Intervista agli organizzatori del Festival

Senza categoria 11 giugno 2018

Locandina Festival!

In attesa del 1° Festival Italiano della Filosofia e dei Bambini che si terrà a Como il 16 e 17 giugno presso la Pinacoteca Civica, abbiamo posto alcune domande all’Amministrazione Comunale che ospita l’evento e all’Associazione CoiBambini che lo cura.
***
***
***
Il 1° Festival della Filosofia e dei Bambini si terrà a Como il prossimo 16 e 17 giugno presso la Pinacoteca Civica e tratterà il tema dell’educazione da più punti di vista. Quanto è importante questa tematica per gli Organizzatori del Festival? E per l’Amministrazione Comunale?
***
L’Associazione Coi Bambini ritiene fondamentale occuparsi dell’educazione non solo dei bambini, ma soprattutto di coloro che stanno a contatto con loro: insegnanti e genitori in primis. Sono questi ultimi a dover ritrovare la voglia di educarsi, prima ancora di sentirsi in dovere di educare. (Associazione Coi Bambini)
 
I giovani sono il nostro futuro e il nostro futuro si costruisce a partire da oggi. L’educazione dei ragazzi per me e per l’amministrazione che guido rappresenta un tassello fondamentale nel difficile impegno a rilanciare e a sviluppare la nostra città, tenendo in considerazione le diverse vocazioni espresse dal territorio di cui facciamo parte. (Sindaco di Como)
***
***
***
Rispetto ai fatti di cronaca circa ciò che di violento si verifica, con sempre maggior frequenza, nelle Scuole, come reagire? Cosa può fare un’Associazione che si occupa di Educazione e Formazione, e cosa un’Amministrazione Comunale?
 
L’Associazione Coi Bambini nasce nel momento in cui il Metodo Filosofiacoibambini® compie 10 anni. Nasce per proteggere tale Metodo e per aumentare la sua diffusione e conoscenza. Un Metodo che è un argine alla violenza, una possibile cura ai gravi problemi che affliggono l’immaginazione e che riscontriamo nella società e soprattutto nelle nuove generazioni. (Associazione Coi Bambini)
Il ruolo educativo che può interpretare il Comune, cioè la casa di tutti, riguarda prevalentemente l’indirizzo che la sua amministrazione imprime alle iniziative promosse di concerto con le scuole e gli istituti preposti all’educazione dei ragazzi. Attraverso i progetti educativi che il Comune di Como ha attivato, come quelli di educazione stradale o di educazione civica, viene passato un messaggio educativo che richiama ciascuno al rispetto di se stessi e degli altri, perché questi due aspetti sono legati a doppio filo. (Sindaco di Como)
***
***
***
Quanto è importante che il pubblico, i cittadini, partecipino a tali iniziative?
 
Compatibilmente a quelle che erano le nostre risorse, abbiamo cercato di diffondere notizia di questo evento il più possibile. Ci auguriamo che la cittadinanza partecipi numerosa alla prima edizione di un Festival che ha alle spalle un Movimento Educativo maturo, che ha girato tutta l’Italia e accumulato una notevolissima esperienza di ricerca. (Associazione Coi Bambini)
 
Promuoviamo e intendiamo sostenere queste iniziative proprio perché riteniamo che la possibilità di sviluppare la coscienza critica dei giovani e è più in generale di tutta la cittadinanza costituisca un momento fondamentale nella costruzione di una comunità nuova, consapevole, partecipativa, in particolare in questo momento storico di cambiamento e di rottura di schemi consolidati nel passato. (Sindaco di Como)