Apre la Scuola più innovativa del mondo!

Senza categoria 21 gennaio 2018

13716184_530495550470987_6402764778347655058_n

Proprio così.

Sta per aprire i battenti, in Italia, la Scuola Primaria più innovativa, originale e rivoluzionaria del mondo. La notizia, trapelata qualche giorno fa, ha già fatto il giro del globo, generando un’attesa e un interesse che non si erano mai visti in campo educativo.

Da Londra a New York non si parla d’altro oramai che della geniale invenzione di un gruppo d’insegnanti italiani che dopo aver avuto il coraggio di lasciare il proprio posto di lavoro statale, a breve lasceranno anche un segno indelebile nella storia dell’istruzione. 

Migliaia le richieste d’iscrizione piovute da ogni parte del mondo nel giro di un paio di giorni. Dalla Russia, alla Cina, all’India, famiglie intere pronte a trasferirsi in Italia per poter mandare i propri bambini in quella Scuola! Richieste che hanno costretto i Direttori e i Responsabili della Scuola a mantenere il più stretto riserbo attorno al nome del Comune italiano pronto a ospitare la straordinaria, epocale novità! 

Comune italiano che a sentire gli analisti s’appresta a vivere una primavera economica duratura e del tutto inaspettata, condita da visitatori provenienti da ogni angolo del pianeta! Professionisti del settore, ma anche semplici curiosi, che non vorranno certo lasciarsi scappare l’opportunità di poter dire d’aver messo piede nel giardino del più grande rivolgimento educativo del secolo, o di essersi scattati una fotografia appoggiati al muro dell’edificio che diede i natali al futuro, o di aver toccato l’altalena o lo scivolo posto al centro della più straordinaria svolta dell’umanità! 

Associazioni di Pedagogisti di tutto il mondo si stanno organizzando in queste ore per inviare delegazioni di osservatori e rappresentanti, e lo stesso stanno facendo anche i Governi di svariati Paesi. L’Associazione Albergatori del Comune in questione (che per ragioni di sicurezza non possiamo rivelare) si preparano a un pienone mai visto per settembre, quando la Scuola inaugurerà ufficialmente. E che dire dei genitori? Delle mamme e dei papà? Alcuni, arrivati ieri dalla Liguria e dal Veneto, hanno passato la notte in macchina, per poter essere ricevuti per primi e iscrivere i propri bambini.

Abbiamo chiesto a qualcuno se si trattasse di una scuola costosa. Federico, 42 anni, giunto qui dall’Emilia, in coda assieme agli altri genitori, ci ha gentilmente risposto: “Secondo voi ci sarebbe tutto questo affollamento se fosse una scuola costosa? Tutti possono permettersela! Ecco perché fa tanto gola: perché è la migliore e costa pochissimo. Ecco perché sono tutti qui: ungheresi, molisani, argentini, australiani, friulani, coreani, viterbesi, neozelandesi, e laggiù – vede – anche una delegazione di nativi irochesi“.

Finalmente, lo spettacolo di bambini entusiasti di passare tutto il giorno a scuola, con un’immaginazione straordinariamente allenata, accompagnati da insegnanti discreti e particolarmente silenziosi. Una scuola incredibilmente semplice ed economica, senza alcun accenno di tecnologia. Abbiamo chiesto perché a uno degli insegnanti, di passaggio davanti all’ingresso: “nella nostra scuola non c’è niente di tecnologico. I bambini sono protetti dai vari algoritmi che oramai governano il mondo e le menti delle persone, facendogli fare, desiderare, consumare, votare, credere, quello che vogliono. Questa oggi è la vera frontiera! Saper usare al meglio la propria immaginazione!“. 

Fonti vicine alla Direzione della Scuola ci dicono che sarà aperta dalla mattina alla sera, e che non chiuderà neppure d’estate. Anche le classi saranno abolite, o meglio, saranno rese estremamente fluide, così come l’orario d’ingresso, e molte altre cose.

I bambini leggeranno assieme a lettori, scriveranno con scrittori, conteranno con matematici. Cucineranno in compagnia di cuochi, dipingeranno con pittori, scolpiranno con scultori. Suoneranno con musicisti, si tufferanno con tuffatori, faranno trucchi con illusionisti e prestigiatori. Danzeranno con danzatori, reciteranno con attori. E di certo guarderanno le stelle con cosmologi, le pietre con geologi, gli animali con zoologi, gli insetti con entomologi, i funghi con micologi e le piante con botanici. Soprattutto, però, immagineranno. E lo faranno con persone seriamente allenate a immaginare.

I genitori che lo desidereranno, dopo aver frequentato un difficile corso di preparazione, potranno rimanere a scuola tutto il tempo che vorranno, partecipando alle attività come fossero bambini. Ma queste non sono le sole novità della scuola, a detta di tutti ce ne sono molte e molte altre ancora. Altre che, però, non possiamo raccontare (ce l’hanno chiesto espressamente, e non vogliamo deluderli). Possiamo solo dirvi che l’edificio in questione non è tanto grande, che ha un giardino, e che tutti, dentro e fuori, sorridono e sembrano assolutamente sereni, tranquilli ed equilibrati.

Beh, non ci resta che concludere con un dialogo tratto dal film “Il Dormiglione” di Woody Allen, del 1973. I dottori (dell’anno 2173) discutono tra loro circa alcune strane richieste formulate da Mike Monroe, risvegliatosi dopo essere rimasto ibernato per 200 anni: 

“Ha chiesto niente di speciale?”, domanda un dottore a un collega.
“Sì, stamane a colazione… delle strane cose… fior d’avena, miele organico e latte tigre”

“Erano sostanze che a quel tempo si credeva avessero eccezionali proprietà salutari”
“Vuol dire che non mangiavano grassi, bistecche, torte di crema, o torroni?”

“Si riteneva che facessero male… Proprio il contrario di quello che pensiamo ora!”

È un po’ quel che è successo a noi visitando questa fantastica Scuola! Qui succede tutto il contrario di quello che da più di cinquant’anni pensavamo fosse giusto in campo educativo. E la cosa eccezionale è che… funziona alla grande!



www.coibambini.com